• Elisabetta Comotto - Oreficeria - Genova
  • Clara Bacigalupi - Salse tipiche - Sarzana
  • Carlo Marciano e il suo staff - Panificatore - Genova
  • Massimo Tosetti e Giancarlo Berto - Autoriparazione - Genova
  • Carola Parodi - Gelateria - Genova
  • Az. Agr. Damiano (Olive - Chiusavecchia (IM)) con Carlo Denei
  • Francesca Olcese - Restauro - Genova
  • Nicola Castelli - Oreficeria - Genova
  • Claudia Rizzo - Filigrana - Campo Ligure
  • Mauro Garbarino - Legatoria - Genova
  • Laura Chiara - Grafica - Savona
  • Emanuela Burlando - Accessori moda - Genova

Brexit, come affrontare l'uscita del Regno Unito dalla UE

23 Febbraio 2019
In assenza di un accordo di recesso, che istituirebbe un periodo di transizione fino alla fine del 2020 (con la possibilità di una proroga prevista dall'accordo di recesso), dal 30 Marzo 2019 il Regno Unito sarà trattato, a fini doganali, come un Paese extra-UE ed è quindi urgente che le imprese dell'UE inizino a prepararsi per il recesso del Regno Unito.

Senza un accordo con la UE, le relazioni commerciali con il Regno Unito saranno disciplinate dalle norme generali dell'OMC. Questo significa che si applicheranno tutte le formalità doganali, che dovranno essere presentate dichiarazioni, che le autorità doganali potranno esigere garanzie per i debiti doganali potenziali od esistenti e sarà possibile l'applicazione di dazi doganali alle merci in entrata nella UE. Ad alcune merci potranno anche applicarsi divieti o restrizioni, ovvero potranno essere richieste licenze di importazione o di esportazione.

Se la tua impresa effettua scambi commerciali con il Regno Unito o trasferisce merci attraverso il Regno Unito, se non lo hai ancora fatto, registrati presso le autorità doganali.

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

Le attività di Rating di Confartigianato Liguria
VAI
PROGETTO AUTOCONTROLLO CARROZZERIE LIGURI - Dicembre 2013
VAI
SPECIALE ELEZIONI REGIONALI
VAI