• Vilma Chinelli - Pasticceria - Cairo Montenotte
  • Salvatore Scalia - Restauro strumenti musicali - Genova
  • Sarah Gismondi - Oreficeria - Genova
  • Carlo Favre - Legno e ardesia - Genova
  • Alessandro Mombelli - Accessori moda - Bargagli
  • Monica Bertieri - Abbigliamento e Arredo- Genova
  • Laura Chiara - Grafica - Savona
  • Sara Fazio - Accessori moda - Varazze
  • Carlo Marciano e il suo staff - Panificatore - Genova
  • Luca Cimino - Restauro - Genova
  • Sara Bosco - Moda - Genova
  • Daniele Capobianco - Accessori moda - Genova
  • Clara Bacigalupi - Salse tipiche - Sarzana

Ancora tensioni per l’autotrasporto ligure. Antonio Marzo (Confartigianato) spiega motivi e proposte

03 Gennaio 2019

Prosegue lo stato di agitazione per il settore dell’Autotrasporto ligure. Al centro dei confronti ci sono le irrisolte problematiche inerenti il porto di Genova, tra le quali le lunghe attese per le fasi di carico e scarico delle merci che arrecano danni economici alle imprese. Negli ultimi mesi si sono susseguite numerose riunioni in cui le associazioni del trasporto hanno manifestato tutte le proprie difficoltà causate dai disservizi nell’organizzazione del lavoro.

“Se le operazioni di carico e scarico al porto non dovessero iniziare entro un’ora e 15 minuti dall’arrivo dei mezzi – ha spiegato Antonio Marzo Presidente di Confartigianato Trasporti Imperia e Responsabile nazionale del settore container - abbiamo chiesto un indennizzo di 50 euro ogni ora di lavoro perso. Se entro il prossimo 18 Gennaio il Presidente dell’Autorità Portuale Paolo Emilio Signorini non dovesse firmare un’ordinanza in tal senso, procederemo subito con un fermo come manifestazione di protesta”.

 

Le attività di Rating di Confartigianato Liguria
VAI
PROGETTO AUTOCONTROLLO CARROZZERIE LIGURI - Dicembre 2013
VAI
SPECIALE ELEZIONI REGIONALI
VAI