• Daniele Capobianco - Accessori moda - Genova
  • Pasquale Fervorini - Bellezza - Genova
  • Carla Quaglia - Moda - Savona
  • Martina Scasso - Accessori moda - Savona
  • Luca Cimino - Restauro - Genova
  • Laura Chiara - Grafica - Savona
  • Filippo Passalacqua - Lavorazione dell'ottone - Sori
  • Sarah Gismondi - Oreficeria - Genova
  • Giancarlo Faccio - Lavorazione del rame - Genova
  • Silvia Lamperti - Disegni su velluto - Arenzano
  • Luisa Mongiardino - Tessuti - Genova
  • Paola Loleo - Restauro - Genova

23 imprese dell’imperiese (8 a Sanremo) già premiate con il marchio “Artigiani in Liguria”

14 Luglio 2017

Cresce anche in provincia di Imperia il marchio regionale “Artigiani in Liguria”, che ha già visto il riconoscimento di 23 imprese di diverse categorie dagli orafi ai marmisti, dalla ceramica al ferro battuto, dalla composizione floreale al restauro artigianale e alla lavorazione del vetro. Presenti anche alcune realtà legate al settore alimentare come panificatori, gelatieri, cioccolatieri e pasta fresca.

La città dove è presente il maggior numero di imprese dotate del marchio è Sanremo con 8, seguita da Imperia con 4. Non è esente anche l’entroterra, con i propri artigiani premiati in particolare a Pieve di Teco e Diano Castello.

Il numero di “Artigiani in Liguria” nell’estremo ponente ligure è però destinato a crescere ulteriormente nel breve tempo, la Confartigianato di Imperia sta infatti seguendo diverse pratiche che saranno poi istruite presso la Camera di Commercio Riviere di Liguria per l’ottenimento del marchio regionale.

La richiesta di licenza d’uso del Marchio Artigiani in Liguria è del tutto gratuita a parte la marca da bollo da 16 euro. La Confartigianato della provincia di Imperia con i propri uffici è a disposizione delle imprese per fornire assistenza nel percorso necessario per la richiesta del marchio e per le eventuali successive pratiche per credito e contributi.

Si tratta di un marchio che, oltre a certificare la qualità artigiana delle produzioni secondo precisi requisiti contenuti nei disciplinari di ogni categoria, prevede particolari agevolazioni. Le imprese riconosciute come “Artigiani in Liguria” possono infatti godere di un contributo in conto capitale a fondo perduto, pari al 30% (fino ad un massimo di 10 mila euro) su un finanziamento erogato con agevolazione Artigiancassa (finanziamento minimo € 10.000)

Il Contributo è previsto per l’acquisto di macchine e attrezzature incluse le spese per gli impianti e le attrezzature connesse al sistema informatico e di comunicazione, per le innovazioni tecnologiche e l’aumento del grado di competitività nonché l’acquisto di software, diritti di brevetto, licenze e know-how, servizi alle imprese e sistemi di qualità aziendali.

“Il marchio Artigiani In Liguria consente di distinguere le botteghe e le lavorazioni artigianali liguri scaturite da una maestria unica e inconfondibile per estro creativo di classe superiore – ha detto il presidente della Confartigianato di Imperia Enrico Meini - Questo marchio è attribuito alle imprese artigiane che si impegnano ad applicare le disposizioni del disciplinare di produzione e del regolamento d'uso del marchio. Con il rilascio del marchio, la Regione Liguria fornisce uno strumento di valorizzazione e differenziazione sul mercato per le imprese artigiane di qualità e per il consumatore uno strumento di garanzia”.

I settori previsti fino ad oggi, ma soggetti a continuo aggiornamento, rappresentano i più significativi e antichi mestieri del territorio, conservati grazie alla professionalità di esperti ed abili artigiani. 

 

Le attività di Rating di Confartigianato Liguria
VAI
PROGETTO AUTOCONTROLLO CARROZZERIE LIGURI - Dicembre 2013
VAI
SPECIALE ELEZIONI REGIONALI
VAI