• Igor Venturi - Accessori moda - Genova
  • Francesca Olcese - Restauro - Genova
  • Alessandro Boccardo - Cioccolato - Genova
  • Laura Chiara - Grafica - Savona
  • Elisabetta Comotto - Oreficeria - Genova
  • Francesca Di Terlizzi - Profumi - Genova
  • Silvia Lamperti - Disegni su velluto - Arenzano
  • Carla Quaglia - Moda - Savona
  • Sara Bosco - Moda - Genova
  • Luca Cimino - Restauro - Genova
  • Giacomo Minuto - Torrefazione - Savona
  • Marco Bottaro - Vetro - Genova

SISTRI

Il SISTRI, il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, è uno strumento promosso nel 2009 dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare che lo ha introdotto per far fronte alla sempre più richiesta di innovazione e modernizzazione della Pubblica Amministrazione.

Il Sistri ha la finalità di garantire un maggior controllo della movimentazione dei rifiuti speciali, riduce i costi sostenuti dalle imprese, semplificando le procedure e gli adempimenti e gestisce in modo innovativo ed efficiente un processo complesso e variegato con garanzie di maggiore trasparenza, conoscenza e prevenzione dell'illegalità.

Sul sito ufficiale SISTRI è consultabile l’elenco dei soggetti che obbligatoriamente devono iscriversi e dei soggetti che possono iscriversi volontariamente ed è disponibile una guida (sia scritta che video) per l’utilizzo della chiavetta (o token) USB e per l’utilizzo del programma da parte di produttori, trasportatori e gestori di impianti.

In caso di chiavetta non funzionante è inoltre possibile scaricare una procedura per il ripristino del dispositivo USB da provare prima di comunicare a SISTRI il non funzionamento del dispositivo.


Il 31 Dicembre 2017 termina la fase sperimentale del SISTRI e, salvo ulteriori proroghe, dal 1° Gennaio 2018 si applicheranno le sanzioni amministrative per il suo mancato uso e per gli errori nell'imputazione dei dati nel sistema telematico. "Per i soggetti tenuti a usare il sistema di tracciabilità - enti e imprese...
21/11LEGGI
118
CondividiCONDIVIDI
Se nell’esercizio di un'attività sono prodotti rifiuti, in modo non occasionale, e si rende necessario trasportarli con i veicoli dell'impresa, è necessario iscriversi all’Albo Nazionale Gestori Ambientali per ottenere l’autorizzazione necessaria al trasporto in conto proprio. Il trasporto dei rifiuti...
17/11LEGGI
74
CondividiCONDIVIDI
Il trasporto occasionale dei propri rifiuti, anche non pericolosi, non può essere compiuto senza autorizzazione: "se l’azienda non vuole iscriversi all’Albo Gestori Ambientali deve rivolgersi alle imprese autorizzate" afferma Enrico Taponecco, responsabile dell'ufficio Ambiente di Confartigianato. "Questa...
31/10LEGGI
237
CondividiCONDIVIDI
Sul sito dell'Albo Nazionale Gestori Ambientali è stato pubblicato il calendario dei primi esami per Responsabile Tecnico per tutte quelle imprese che effettuano gestione dei rifiuti; ecco le date ed i luoghi dove gli esami si svolgeranno: Venezia, 19.12.2017 Napoli, 09.01.2018 Cagliari, 17.01.2018 Milano, 24.01.2018 Palermo, 31....
16/10LEGGI
342
CondividiCONDIVIDI
"Il Ministero - ha affermato la sottosegretaria Velo - sarà chiamato ad assicurare la definizione delle più efficaci disposizioni transitorie volte a tutelare l'ambiente e le imprese e sta già valutando di prevedere un opportuno e adeguato periodo di proroga del regime attualmente vigente".  ...
15/09LEGGI
285
CondividiCONDIVIDI
Prima di scavare una buca, anche di un solo metro cubo, l'impresa dovrà avvertire 15 giorni prima il comune competente e l'Arpal, l'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente Ligure: la nuova norma (DPR 120) nata da un chiarimento del Ministero dell'Ambiente ed entrata in vigore il 22 Agosto 2017 fa infuriare...
24/08LEGGI
529
CondividiCONDIVIDI
Entreranno in vigore il prossimo 16 Ottobre 2017 i nuovi requisiti per ricoprire l'incarico di Responsabile Tecnico per il trasporto/gestione dei rifiuti in conto terzi: da tale data, l'abilitazione potrà essere conseguita attraverso la dimostrazione del possesso di: - idonei titoli di studio (almeno diploma di scuola media...
23/08LEGGI
898
CondividiCONDIVIDI
"La classificazione dei rifiuti è effettuata dal produttore assegnando ad essi il competente codice CER ed applicando le disposizioni contenute nella Decisione 2014/955/UE e nel Regolamento UE 1357/2014": questa l'indicazione arrivata con il D.L. 91/2017 entrato in vigore lo scorso 21 Giugno 2017. "La corretta...
11/07LEGGI
445
CondividiCONDIVIDI
Iniziata una campagna di controlli da parte di ASL, Igiene e Sanità Pubblica, nei centri estetici per la verifica del possesso dei requisiti igienico sanitari dei locali e delle attività in tutta la Provincia. Quali gli aspetti verificati? "Tutti quelli relativi alle misure igienico-sanitarie applicate - afferma Antonella...
26/06LEGGI
482
CondividiCONDIVIDI
Il Comitato nazionale dell'Albo gestori Ambientali ha deliberato i nuovi requisiti per ricoprire l'incarico di Responsabile Tecnico, le materie ed i contenuti, i criteri e le modalità di svolgimento delle verifiche (esami) di abilitazione: la Delibera n. 06/Albo/Cn del 30 Maggio entrerà in vigore dal prossimo 16 Ottobre...
08/06LEGGI
487
CondividiCONDIVIDI

NORMATIVE

DOCUMENTI

 

Le attività di Rating di Confartigianato Liguria
VAI
PROGETTO AUTOCONTROLLO CARROZZERIE LIGURI - Dicembre 2013
VAI
SPECIALE ELEZIONI REGIONALI
VAI